Alla scoperta della Valgerola: natura autentica, arte e bitto nel cuore del parco regionale delle Orobie Valtellinesi

 

La Valgerola si trova nel Parco regionale delle Orobie Valtellinesi ed è nota soprattutto per le sue produzioni casearie, in primis il rinomato formaggio bitto, ma quel che si coglie fin dal primo sguardo è la diversità dei suoi panorami alpini insieme alla sensazione di trovarsi su delle montagne autentiche.
Noi abbiamo iniziato la scoperta della Valgerola con un’escursione adatta a tutti e molto panoramica al Lago di Pescegallo, partendo dal parcheggio gratuito del villaggio di Pescegallo. La durata dell’escursione è di 3/4 ore lungo sentieri ben battuti e strada sterrata. Noi abbiamo compiuto un anello rientrando per il Rifugio Salmorano per poi ridiscendere al parcheggio lungo una buona sterrata.
Per non farci mancare nulla poi siamo andati a spasso per alcuni piccoli borghi dell’Alta Valgerola, tra cui Fenile e Gerola Alta.
Da non perdere in Valgerola sono le numerose testimonianze sparse nella valle dell’Ecomuseo della Valgerola e, a Sacco, in contrada Pirondini, la “Camera picta”: un ciclo di affreschi del XV secolo con una delle più belle immagini dell’Homo Salvadego, il tipico abitante delle valli, simbolo della cultura contadina alpina.

Qui sotto il foto-racconto della nostra escursione.

PIANIFICA LA TUA VACANZA IN VALTELLINA

L’escursione che ti ho presentato può essere effettuata tranquillamente in giornata, ma ti consiglio di trascorrere almeno un weekend in Valtellina abbinandola ad un soggiorno a Tirano, punto di partenza ideale per molte escursioni in Valtellina.

Informati e prenota qui il tuo soggiorno nel nostro design b&b nel centro storico di Tirano.

Source: In Valtellina

Call Now Button